Uno sguardo alle statistiche dell’area dell’euro

Il sito “Le nostre statistiche” è stato predisposto dalla Banca centrale europea (BCE) e dalle banche centrali nazionali (BCN) dell’Eurosistema al fine di agevolare la comprensione, l’utilizzo e il confronto delle statistiche nazionali e dell’area dell’euro.
Disponibile in tutte le lingue ufficiali dell’UE, il sito presenta i dati in forma grafica ed espone le informazioni con chiarezza.
Gli utenti possono facilmente scaricare le statistiche o condividerle integrando i grafici in altri siti, via e-mail o social media. La funzione di integrazione può risultare utile per i mezzi di informazione e i quotidiani elettronici. Invitiamo quindi a condividere questo strumento o ad aggiungerlo al proprio sito Internet.
Le statistiche qui riportate, disponibili al pubblico nelle banche dati della BCE, delle BCN e dell’Eurostat, possono essere consultate tramite computer, tablet e dispositivi mobili. Costituiscono un nucleo essenziale di rilevazioni ufficiali che sarà gradualmente ampliato in funzione della domanda.
Questo è un nuovo sito Internet. Eventuali suggerimenti possono essere inviati all’indirizzo statistics@ecb.europa.eu.

Pubblicazioni e video

Modello collaborativo

Questo sito ha lo scopo di migliorare la comprensione e l’accessibilità delle statistiche. Si basa su funzionalità introdotte dall’OCSE e condivise con quest’ultima (cfr. Compare your country) ed è aperto alla collaborazione con altre organizzazioni attive in campo statistico.

Il sito “Statistiche dell’area dell’euro” è un servizio fornito dalla Banca centrale europea (BCE) e dalle banche centrali nazionali (BCN) dell’Eurosistema. Condividi questo strumento o integralo nel tuo sito Internet.

Il Sistema europeo di banche centrali (SEBC) si adopera per rendere disponibili le proprie statistiche a titolo gratuito, quale servizio pubblico di elevata qualità, indipendentemente da un successivo utilizzo a fini commerciali o non commerciali.

Tutte le statistiche del SEBC pubblicamente disponibili possono essere utilizzate a titolo gratuito a condizione che venga citata la fonte (ad es. “Fonte: statistiche dell’area dell’euro”) e che i dati, compresi i metadati, non vengano modificati.

Il SEBC adotta una politica di libero accesso e riutilizzo delle statistiche che diffonde pubblicamente, purché siano rispettati la clausola di esclusione della responsabilità e il diritto d’autore della BCE e delle BCN.

Uno sguardo alle statistiche dell’area dell’euro. Vi presentiamo i dati con brevi spiegazioni, in un formato facile da condividere.

20 ottobre 2017

Fondi comuni di investimento nell’area dell’euro

Il valore delle quote in fondi comuni di investimento detenute dalle famiglie è notevolmente aumentato negli ultimi anni e si spinge verso nuovi massimi. Al 30 giugno 2017 le famiglie dell’area dell’euro detenevano quote in fondi comuni per un valore di EUR 2.192 miliardi, pari a quasi il 10% delle loro attività finanziarie totali.

I fondi comuni di investimento rappresentano una parte importante del settore finanziario dell’area dell’euro. Per questa ragione, le relative statistiche sono significative per l’analisi monetaria e finanziaria.

Periodi di persistente espansione della ricchezza sono stati interrotti da due eventi che hanno colpito i mercati finanziari (cfr. figura 1). Il primo è stato lo scoppio della bolla tecnologica (cosiddetta “dot-com”) con effetti di contrazione sull’economia nel 2001. Il secondo è stato la crisi finanziaria emersa nel 2007, che ha avuto un impatto decisamente maggiore; ci sono infatti voluti circa otto anni prima che il patrimonio dei fondi comuni di investimento tornasse al valore pre-crisi.  Il valore complessivo delle quote in fondi comuni detenute dalle famiglie ricalca gli andamenti dei mercati finanziari, essendo principalmente influenzato dalle variazioni di prezzo delle attività sottostanti, ad esempio azioni e obbligazioni.

Situazione nei diversi paesi 

Sebbene i fondi comuni di investimento siano un comparto in crescita del settore finanziario dell’area dell’euro, sono appena cinque i paesi (Lussemburgo, Germania, Irlanda, Francia e Paesi Bassi) che insieme rappresentano quasi il 90% del valore totale delle quote in fondi comuni emesse nell’area (cfr. figura 2). Ciò significa che gli altri 14 paesi dell’area rappresentano soltanto il 10% del totale.

Maggiori informazioni riguardo alle statistiche sui fondi comuni di investimento

Le statistiche sui fondi comuni di investimento possono essere disaggregate per tipologia di attività, ovvero per strategia di investimento (cfr. figura 3). Alla fine di giugno 2017 i fondi obbligazionari rappresentavano la percentuale più elevata delle quote in fondi comuni nell’area dell’euro (30%), seguiti da fondi azionari (28%), fondi misti (26%), altri fondi (8%), fondi immobiliari (5%) e hedge fund (3%). 

Le variazioni da un paese all’altro sono notevoli. Come mostra la figura 4, la Lettonia presenta la percentuale più elevata di quote in fondi obbligazionari, Cipro in fondi azionari, il Belgio in fondi misti, la Lituania in fondi immobiliari, Malta in hedge fund e la Spagna in altri fondi. 

I fondi comuni di investimento sono società veicolo per gli investimenti finanziari che raccolgono capitale da privati e investitori istituzionali emettendo quote e/o partecipazioni. Questo capitale viene quindi investito in attività quali azioni, obbligazioni e materie prime. 

In qualità di intermediari finanziari, i fondi comuni di investimento assolvono due funzioni principali. In primo luogo, offrono agli investitori opportunità di effettuare investimenti in un insieme diversificato di attività con un singolo acquisto di quote e/o partecipazioni emesse da un fondo comune. In secondo luogo, forniscono una fonte di finanziamento a soggetti in altri settori, quali banche e imprese. 

Le statistiche sui fondi comuni di investimento a livello nazionale e dell’area dell’euro sono disponibili per sei sottocategorie distinte in base alla strategia di investimento: fondi azionari, fondi obbligazionari, fondi misti, fondi immobiliari, hedge fund (fondi speculativi) e altri fondi. Ciascuna sottocategoria è ulteriormente scomposta per distinguere fondi aperti e chiusi.

Ruolo dei fondi comuni di investimento nell’intermediazione finanziaria

Investitori

(prestatori)

Fondi comuni di investimento

(bilancio)

Emittenti

(prenditori)

 

- Istituzioni finanziarie

(ad es. banche, compagnie di assicurazione, fondi pensione)

Attivo

Passivo

- Istituzioni finanziarie

(ad es. banche, compagnie di assicurazione, fondi pensione)

 

- Depositi

- Obbligazioni

- Azioni

- Derivati finanziari

- Altre attività

- Quote/ partecipazioni

- Crediti

- Derivati finanziari

- Altre passività

 

- Famiglie

- Famiglie

 

- Società non finanziarie

-  Società non finanziarie

 

- Enti pubblici

-  Enti pubblici

 

               

I dati sui fondi comuni di investimento sono importanti per l’analisi monetaria e finanziaria per diversi motivi. In primo luogo, le variazioni di valore delle attività dei fondi comuni vengono trasmesse, attraverso la valutazione delle loro azioni, a famiglie e imprese, generando indirettamente effetti di ricchezza. 

In secondo luogo, le statistiche sui fondi comuni forniscono indicazioni riguardo alla struttura finanziaria dell’area dell’euro, rispetto ad altre istituzioni finanziarie, come le banche. 

Infine, la disaggregazione per strategia di investimento offre informazioni aggiuntive circa le preferenze degli investitori in termini di esposizione al rischio.  Poiché i fondi comuni sono grandi investitori professionali, le loro scelte riguardo alle attività in cui investire possono essere indicative di una diversificazione dei portafogli, utile per comprendere e spiegare gli andamenti dei mercati finanziari e il loro impatto sugli aggregati monetari, ad esempio. 

Maggiori informazioni sulle statistiche sui fondi comuni di investimento e sui conti settoriali sono reperibili nel sito Internet della BCE:

 

Statistiche sui fondi comuni di investimento

Confronto fra fondi comuni per strategia di investimento a livello dell’area dell’euro e a livello nazionale

Confronto fra attività dei fondi comuni di investimento a livello dell’area dell’euro e a livello nazionale

Confronto fra quote/partecipazioni in fondi comuni di investimento a livello dell’area dell’euro e a livello nazionale (visualizzazione dinamica)

Comunicati stampa: “Euro area investment funds statistics”

Bollettino mensile, gennaio 2003 (cfr. riquadro “Nuove statistiche della BCE sui fondi di investimento dell’area dell’euro”, disponibile in italiano sul sito Internet della Banca d’Italia)

Bollettino mensile, agosto 2010 (cfr. articolo “Le statistiche armonizzate della BCE sui fondi di investimento dell’area dell’euro e il loro impiego come strumento di analisi a fini di politica monetaria”, disponibile in italiano sul sito Internet della Banca d’Italia)

Statistics Bulletin (cfr. sezione 2 “Money banking and investment Funds”, in particolare punto 2.8 “Aggregated balance sheet of euro area investment funds”)

Macroeconomic and sectoral statistics: “Sector accounts”

Comunicati stampa: “Euro area economic and financial developments by institutional sector”